Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

TERRACINA: SPIAGGE PER DISABILI, RABBIA E RITARDI

TERRACINA: SPIAGGE PER DISABILI, RABBIA E RITARDI

La drammatica situazione dei disabili e della possibilità di usufruire delle spiagge a Terracina si arricchisce di una pagina a dir poco grottesca. Oggi, 8 agosto, il Comune di Terracina, attraverso una ditta incaricata sta montando le passerelle in due dei quattro tratti di spiaggia libera per consentire a chi è costretto a vivere su una carrozzina di trascorrere per così dire qualche ora di relax. Al di là del macroscopico ritardo con il quale si sta tentando di risolvere questo problema, va detto che il progetto del Comune per il montaggio delle passarelle non corrisponde alle numerose indicazioni che le varie associazioni avevano dato all’inizio dell’estate dopo un incontro con gli ormai ex amministratori della precedente Giunta. Presente al sit in anche Francesca Bellafemina, della Consulta per la disabilità della Regione Lazio.

Sono anni che le Associazioni Beatrice e Coscioni sono sul pezzo per sollecitare il Comune a rispettare tempi e modi per allestire spazi sull’arenile dedicati ai diversamente abili. L’obiettivo delle Associazioni è ora quello di chiedere un incontro con il Commissario Prefettizio per intraprendere delle iniziative in netto anticipo sulla tabella di marcia per arrivare alla prossima stagione estiva possibilmente senza contrattempi.

Condividi su:

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on twitter
ADVERTISEMENT

Una risposta

  1. Sono dispiaciuta di non aver partecipato a questa manifestazione. Ribadisco che la problematica che stiamo vivendo è veramente drammatica,ho un figlio disabile e tutti i giorni mi trovo davanti barriere insormontabili..Anni fa ho scelto di acquistare una casa a Terracina perché aveva una spiaggia senza barriere, ci sembrava di vivere in un’area felice ,quando ancora molte località non erano attrezzate..E adesso? ….vado al mare con mio figlio, cerco di non farlo sentire inadeguato se incontra una barriera e ringrazio lo stabilimento chi ci ha accolto con tanta gentilezza e sensibilità.

Rispondi a Silo Ornella Anna Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ADVERTISEMENT

LEGGI ANCHE

ADVERTISEMENT

ULTIME NOTIZIE

ULTIMA EDIZIONE DEL LAZIOTG

ULTIMA EDIZIONE DEL TG FLASH