Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

TERRACINA: IL TALENTO DI NAMITE SELVAGGI

TERRACINA: IL TALENTO DI NAMITE SELVAGGI

Un talento naturale, un viso acqua e sapone, una voce di grande impatto, solare, semplice, timida si ma intraprendente allo stesso tempo. Non si spiegherebbe altrimenti l’escalation di Namite Selvaggi, 13enne, da circa cinque anni alunna della Musincanto di Terracina e da poco entrata con successo con il gruppo dei Phoenix Gospel Choir. Una voce di chiaro stampo soul con Namite pronta ad allargare i propri orizzonti e spaziare nei generi musicali. L’ingresso con i Phoenix Gospel Choir è stata una logica conseguenza di un lavoro certosino fatto con l’insegnante Antonella Caiazzo. E il successo ottenuto nella recente tournee estiva e nel periodo natalizio ne è una dimostrazione.

Namite l’avevano incontra a novembre del 2021 quando ci fu la proclamazione dell’MTM Awards che premia le persone che pur vivendo fuori dal proprio paese, continuano a rappresentare la loro cultura, lingua, e tradizione in diversi ambiti come la musica e lo spettacolo. La giovane Namite Selvaggi è risultata la vincitrice non solo per il suo talento musicale ma anche per la sua passione per l’ambiente e per aver usato i suoi testi della musica per inviare un messaggio stimolante alle comunità più colpite dall’impatto ambientale. Nel percorso di Namite anche la comparsa in un film di Natale a testimonianza della grande predisposizione di quello che può diventare un vero talento dello spettacolo. Namite frequenta con assidutità e passione la scuola di canto e per Antonella Caiazzo è un vero piacere poter lavorare con talenti del genere. Non solo canto ma anche batteria con il maetro Andrea d’Ascia. Insomma, Namite non si fa mancare nulla.

Tanti impegni per lei, ma nella sua vita non manca lo sport. Gioca a basket e lo fa anche qui con grande naturalezza. Il talento c’è, così come la passione, ma è chiaro che se non ci fosse anche la famiglia alle spalle, tutto sarebbe più difficile. Gli è accanto la mamma Vanessa, mentre il papà Giuseppe trascorre molto tempo all’estero. E’ un agronomo che lavora ormai da più di vent’anni nel campo della cooperazione internazionale. Attualmente lavora per Oxfam, una organizzazione internazionale che si occupa di paesi colpiti da guerre e gravi emergenze umanitarie. Attualmente si trova in Siria, ma é stato un Darfur, Sierra Leone, Etiopia, Yemen. Si occupa di sicurezza alimentare e coordina progetti per gli aiuti in questi paesi dilaniati dalla guerra, dai disastri ambientali e fame. Può contare anche sul supporto della zia Elisabeth e della nonna paterna. E qui il ricordo non può che non andare al nonno paterno, il compianto Emilio Selvaggi, personaggio che ha lasciato un segno indelebile,  una traccia da seguire. E’ stato anche insegnante in alcune scuole di Terracina, tra le quali proprio l’Istituto Comprensivo Milani, frequentato dalla nipote Namite. Nel WWF per tanti anni, Emilio Selvaggi era innamorato della natura e seppure per poco tempo, ha potuto godere della vicinanza con Namite. Quest’ultima è riuscita comunque a coglierne dei punti in comune che orgogliosamente sta ottimizzando come sarebbe piaciuto proprio al nonno.

Condividi su:

ADVERTISEMENT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ADVERTISEMENT

LEGGI ANCHE

ADVERTISEMENT

ULTIME NOTIZIE

ULTIMA EDIZIONE DEL LAZIOTG

ULTIMA EDIZIONE DEL TG FLASH