Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

CINA: ESAME AMMISSIONE POST-LAUREA CON NUOVE CONTROMISURE AL COVID-19

CINA: ESAME AMMISSIONE POST-LAUREA CON NUOVE CONTROMISURE AL COVID-19

Circa 4,74 milioni di studenti cinesi hanno sostenuto oggi l’esame nazionale per l’ammissione post-laurea, conducendo per la prima volta uno dei principali esami nazionali sotto la nuova politica ottimizzata di controllo epidemico del Paese.

Le università hanno adottato nei siti d’esame di tutto il Paese provvedimenti mirati per assicurare la sicurezza degli esaminandi durante l’esame di tre giorni, con il numero degli esaminandi di oggi che ha superato di 170 mila il precedente esame, secondo il ministero dell’Istruzione.

La Beijing Education Examinations Authority ha riferito che più di 150 mila persone hanno preso parte all’esame in 62 siti d’esame a Pechino. L’autorità ha richiesto a tutti i partecipanti di sottoporsi alla misurazione della loro temperatura corporea giornaliera e di riferirla cinque giorni prima dell’esame. Chi è risultato positivo al Covid-19 o ha esibito sintomi sospetti ha dovuto indossare mascherine N95 o KN95 per l’intero corso del processo d’esame.

La Beijing Foreign Studies University ha visto un totale di 5.248 esaminandi. L’istituto ha allestito canali separati per consentire ai candidati on-campus e off-campus di sostenere l’esame, e ha preparato forniture mediche, inclusi reagenti antigenici, mascherine N95, disinfettanti e termometri. L’istituto ha anche distribuito esami cartacei a 632 siti d’esame a livello nazionale.

Huang Wei, rettore della scuola di specializzazione presso la University of International Business and Economics, ha dichiarato che con le contromisure mirate al Covid-19, l’istituto ha organizzato circa 500 esaminatori, quasi il doppio rispetto agli anni precedenti.

“Sulla base delle condizioni fisiche riferite dagli esaminandi, abbiamo allestito circa 30 aule d’esame speciali. Quanti sostengono l’esame in queste aule devono indossare le mascherine N95 con uno spazio di seduta di più di 2 metri”, ha detto Huang, aggiungendo che l’istituto ha predisposto pranzi gratuiti e acqua calda per gli esaminandi, cosicché non debbano mangiare fuori al freddo.

Liang Ying, direttore della divisione delle ammissioni alla Beijing Normal University, ha detto che l’istituto ha allestito due aree d’esame con un totale di nove edifici d’esame. Nel caso di temperature corporee anomale o di altre emergenze, i candidati sosterranno l’esame in un’aula separata.

Alla University of International Business and Economics, una esaminanda di cognome Bi ha riferito di aver avuto la febbre una settimana prima dell’esame, ma che ora è completamente guarita. “Quest’anno ho fatto domanda per una specializzazione in contabilità. Preparare l’esame mi ha richiesto molto tempo, e ho fiducia in me stessa”, ha dichiarato.

Oltre a Pechino, università nelle province di Heilongjiang, Hubei e Zhejiang hanno fornito aule d’esame separate per i candidati sulla base dei risultati dei test dell’acido nucleico o dei test antigenici. (Xin) © Xinhua

Condividi su:

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on twitter
ADVERTISEMENT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ADVERTISEMENT

LEGGI ANCHE

ADVERTISEMENT

ULTIME NOTIZIE

ULTIMA EDIZIONE DEL LAZIOTG

ULTIMA EDIZIONE DEL TG FLASH