ULTIM'ORA
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

CASSINO: DELITTO MOLLICONE, “SERENA IL PRIMO GIUIGNO ERA IN CASERMA”

CASSINO: DELITTO MOLLICONE, “SERENA IL PRIMO GIUIGNO ERA IN CASERMA”

“E’ certo, anche in termini probabilistici, che Serena Mollicone fosse nella caserma di Arce il primo giugno del 2001. In base ai nostri calcoli, inoltre, al 98% la ragazza è stata aggredita all’interno della struttura e sempre in numeri probabilistici al 95% è stata spinta contro lo stipite della porta”. E’ quanto riferito dal generale dei carabinieri ed ex numero uno del Ris, Luciano Garofano nel corso dell’udienza del processo per la morte della ragazza e che vede imputate cinque persone. Garofano ha illustrato i risultati di una consulenza, richiesta dai familiari di Serena, svolta anche grazie ad un software che ha raccolto una serie di dati relativi a testimonianze ed evidenze investigative. “Il nostro è stato un approccio logico-matematico – spiega Garofano – e abbiamo utilizzato l’approccio della cosiddetta rete bayesiana, un modello probabilistico che rappresenta un insieme di variabili. In base a questi calcoli possiamo affermare che Serena era in quella caserma quel giorno”. Per la morte di Mollicone sono sotto processo il maresciallo dei carabinieri Franco Mottola, ex comandante della stazione di Arce, la moglie Anna Maria, il figlio Marco, il maresciallo Vincenzo Quatrale e l’appuntato Francesco Suprano. I Mottola e Quatrale sono accusati di concorso in omicidio e Suprano di favoreggiamento.

Condividi su:

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on twitter
ADVERTISEMENT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ADVERTISEMENT

LEGGI ANCHE

ADVERTISEMENT

ULTIME NOTIZIE

ULTIMA EDIZIONE DEL LAZIOTG

ULTIMA EDIZIONE DEL TG FLASH