Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

BASKET GIOVANILE: TERRACINA, IL TALENTO DI EFREM TENI

BASKET GIOVANILE: TERRACINA, IL TALENTO DI EFREM TENI

Segnatevi questo nome. Si chiama Efrem Teni, 12 anni, nuovo talento del basket terracinese pronto a sbocciare, divertire e soprattutto divertirsi. Siamo sulla strada buona perché le prime indicazioni sono più che confortanti. Nato sotto le ali dell’Academy Terracina di Anna Ida Scevola e Tiziano Fiori quando aveva appena 5 anni, Efrem è sembrato quasi iniziare in sordina per poi prendere sempre più dimestichezza con la palla a spicchi fino ad arrivare a questa stagione che si sta concludendo in maniera trionfale e che fa l’occhiolino alla prossima, quella della probabile svolta. 

Ad oggi è un playmaker guardia, buon portatore di palla al quale piace mandare i compagni a canestro anche se alla fine è sempre lui il miglior marcatore.  Lo scorso anno un torneo con la maglia del Palestrina a Siena dopo che la società castellana se l’era trovato di fronte nella finale di un torneo. Esperienza bissata a Fonte Nuova.

Quest’anno è arrivata la finale interprovinciale Under 13 con Scauri persa nel doppio confronto ma che non ha scalfito la stagione dell’Academy. Ha viaggiato molto Efrem a cominciare da un torneo pre natalizio vinto in finale contro Fonte Roma. Quest’ultima società lo ha poi chiamato per disputare il 6° Memorial Renato Palumbi, ex Presidente Fortitudo. Per lui la soddisfazione di far parte del quintetto ideale in un torneo che ha visto la finale tra Virtus Bologna e Armani Jeans.

L’Academy è particolarmente attiva. Perde con l’SMG Latina il torneo di Aprilia e vince quello di Roseto, poi ancora in finale a Pesaro con Ferrara. Per Efrem 23 punti. E mentre sta concludendo gli studi di 2° Media all’IC Milani ecco un’altra splendida notizia, la partecipazione a fine maggio ad un torneo con la maglia della Fortitudo Bologna, prima di tornare con l’Academy per un torneo organizzato dal Fonte Roma.

Un vero e proprio giro d’Italia per il figlio d’arte. Il papà Emiliano è stato uno dei migliori prospetti del basket terracinese. Il primo ad essere convocato in A2 a Brindisi in una esperienza vissuta inizialmente con altri tre compagni di squadra. Era la stagione 1986/87. Oggi Emiliano segue Efrem come un’ombra insieme alla mamma Annalisa. Lo fa però in maniera discreta senza enfasi consapevole che questo è un momento delicato di crescita tecnica ed emotiva. Sono insomma i mesi decisivi per un eventuale salto di qualità. Ma crediamo che un pizzico di emozione la provi anche lui quando vede il figlio andare a canestro oppure dispensare assist con la maglia numero 11, quella che Efrem ha scelto proprio in onore del papà.

Condividi su:

ADVERTISEMENT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ADVERTISEMENT

LEGGI ANCHE

ADVERTISEMENT

ULTIME NOTIZIE

ULTIMA EDIZIONE DEL LAZIOTG

ULTIMA EDIZIONE DEL TG FLASH